.

 HOMECURRICULUMDOVE LAVOROCONTATTIPRENOTA ON LINE


Dott.ssa Viviana Paris - Cell: 347-8783614 - Ordine dei Medici di Bologna n°14915
Studio Medico Paris  -  Via Savigno, 3  -  CAP 40139 -  Bologna,   Emilia Romagna

Dimagrire dove serve: la Dieta Proteinata

 

Secondo l’OMS, l’Organizzazione Mondiale della Sanità, l’obesità rappresenta uno dei principali problemi di salute pubblica nel mondo: tale condizione è caratterizzata da un eccessivo accumulo di grasso corporeo, in genere a causa di un’alimentazione scorretta e di una vita sedentaria, anche se, molto probabilmente, una ulteriore causa andrebbe ricercata in ambito genetico. L’approccio migliore all’eccesso ponderale è multidisciplinare: bisogna sì adottare regimi dietetici ottimali ma, nei casi più impegnativi, anche impostare una adeguata terapia farmacologia e comportamentale. Non è facile districarsi nella giungla delle diete che vengono proposte, soprattutto perché adesso è uso comune trovarne anche su riviste che si acquistano banalmente in edicola. Niente di più pericoloso, a mio giudizio: la dieta è una cosa seria ed è necessario che sia assolutamente personalizzata, perché ogni persona ha diversi stili di vita, patologie ed esigenze personali: deve inoltre essere effettuata sotto stretto controllo medico, di modo che possa essere oltre che ipocalorica anche equilibrata, al fine di evitare fenomeni carenziali che spesso si associano alle “diete fai da te”. Posto il fatto che la dieta mediterranea in genere risulta essere quella migliore, perché più tollerata dal punto di vista della palatabilità e più progressiva nel raggiungimento del peso ideale, è anche vero che talora può non essere sufficiente nel ridurre significativamente l’eccesso ponderale. In questi casi è possibile adottare una tipo diverso di dieta ipocalorica, la dieta proteinata, che preveda una forte riduzione dell’assunzione di glucidi e lipidi ed un incremento dell’apporto di proteine, vitamine, minerali ed acidi grassi essenziali. Grazie a tale tipo di combinazione di alimenti assunti, l’organismo, non potendo più utilizzare gli zuccheri alimentari come fonte di energia, è costretto a consumare le proprie riserve energetiche. Le riserve di zuccheri si esauriscono in 24 ore, dopodiché vengono consumate le riserve di grassi e proteine. Reintegrando con la dieta solo queste ultime, si determinerà un dimagrimento esclusivamente a carico della massa grassa e non di quella magra. Il fabbisogno essenziale di zuccheri è assicurato dalla trasformazione di alcuni aminoacidi, dell’acido lattico e del glicerolo, in glucosio (gluconeogenesi). Il rapido scioglimento del tessuto adiposo (lipolisi), che ha fatto definire questa dieta “liposuzione alimentare”, determina poi la formazione di alcuni cataboliti dei grassi, detti corpi chetonici, che inducono a livello cerebrale la riduzione del senso della fame. L’assunzione di proteine ed aminoacidi essenziali viene attuata tramite integratori alimentari sotto forma di compresse, bustine da sciogliere nell’acqua o di alimenti proteinati, ossia gustosi alimenti (esiste una vasta scelta tra una gran varietà di sapori) arricchiti in proteine, che sostituiscono i cibi tradizionali. La dieta proteinata è di facile gestione anche per chi è costretto a mangiare fuori casa, in quanto non è necessario pesare gli alimenti che si assumono, cosa invece necessaria per la dieta mediterranea. Una iniziale fase rigida, in cui molti pasti sono costituiti dai preparati proteici, verrà seguita della graduale reintroduzione dei cibi tradizionali, secondo lo schema stabilito dal medico. La dieta proteinata garantisce eccellenti risultati, ma deve essere supportata da un medico esperto che, dopo un’accurata visita medica preliminare e presa visione degli esami ematochimici indispensabili per poter valutare le indicazioni e le controindicazioni, è in grado di assicurare al paziente la migliore assistenza nel corso del percorso alimentare. Non possono effettuare tale tipo di dieta pazienti diabetici e pazienti con importanti problemi renali ed epatici. Inoltre La dieta proteinata non è inoltre applicabile, per le ovvie ricadute fisiologiche, in gravidanza ed allattamento e nei pazienti con disordini del comportamento alimentare.

MEDICINA ESTETICA

TRATTAMENTI

PER SAPERNE DI PIU'

..

PER SAPERNE DI PIU'