.

 HOMECURRICULUMDOVE LAVOROCONTATTIPRENOTA ON LINE


Dott.ssa Viviana Paris - Cell: 347-8783614 - Ordine dei Medici di Bologna n°14915
Studio Medico Paris  -  Via Savigno, 3  -  CAP 40139 -  Bologna,   Emilia Romagna

Sconfiggiamo l'Acne

 

L’Acne è un’infiammazione dei follicoli pilo-sebacei che si manifesta principalmente con la comparsa del cosiddetto “foruncolo” e che è determinata dall’aumento di volume delle ghiandole sebacee con conseguente eccessiva produzione del sebo. Il sebo è una secrezione oleosa che serve a proteggere la cute dalle infezioni. In alcuni soggetti predisposti però, il sebo svolge un’azione irritante e induce la formazione del comedone (punto nero). Il comedone è come un tappo che impedisce lo scorrimento del sebo dalla ghiandola alla superficie della cute. I grassi che compongono il sebo , ristagnando, si degradano e diventano irritanti: si formano papule o pustole (foruncolo vero) e, nei casi più gravi , noduli o cisti. Si sviluppano inoltre batteri in eccesso ed infine può avvenire la distruzione del follicolo con formazione di cicatrice. Le lesioni dell’Acne si localizzano al volto, collo, torace e dorso. Pur non essendo un disturbo grave, l’Acne severa può indurre cicatrici inestetiche e permanenti.

QUALI LE CAUSE?

Purtroppo non si conoscono ancora le cause che portano allo sviluppo dell'acne: la causa più importante è la familiarità cioè una predisposizione specifica a sviluppare questo disturbo. Intervengono poi fattori esterni come l’igiene, l’inquinamento ambientale, i disordini di alimentazione e soprattutto lo stress. Un tempo si credeva che l’Acne fosse una  malattia causata da batteri presenti nel follicolo (teoria batterica): In realtà, studi più recenti hanno dimostrato che i batteri svolgono un ruolo secondario nell’Acne e quindi il trattamento con antibiotici non è più indicato, nemmeno per applicazione locale.

TERAPIA DELL'ACNE

Come detto, la cura moderna dell’Acne non prevede più l’uso di antibiotici. Anche la terapia con anticoncezionali è stata abbandonata, perchè l'acne non dipende da disfunzioni ormonali nelle donne. Attualmente, nelle forme di Acne più lievi e localizzate, si preferisce effettuare dei Peelings a base di acido salicilico, piruvico, tricloracetico o glicolico, sfruttandone il potere battericida e soprattutto esfoliante, accompagnati da sostanze idonee per la cosmesi quotidiana domiciliare (trattamento definito micropeeling) che permettono di riequilibrare il PH cutaneo acido e di proseguire la stimolazione del rinnovamento cellulare. Nelle forme più gravi, invece, viene utilizzato l’Acido Retinoico, un derivato della Vitamina A che agisce impedendo la formazione dei comedoni e delle cisti che sono alla base della formazione dell’Acne. L’Acido Retinoico, tuttavia, è un trattamento che può avere degli effetti collaterali e pertanto viene prescritto con molta cautela ed in casi selezionati. Oltre all’acido Retinoico oggi però si dispone di un altro trattamento altrettanto efficace che è la Terapia Fotodinamica o PDT. In breve questo trattamento prevede l’applicazione nelle aree acneiche di un unguento contenete l’Acido 5 Amino Levulinico (5 ALA). Questa sostanza, che non è un farmaco, è in grado di penetrare all’interno dei follicoli infiammati dell’acne. Dopo due ore dall’applicazione, la sostanza si è trasformata all’interno dei follicoli in un composto, la Protoporfirina IX,  che  si attiva  con una luce rossa di particolare lunghezza d’onda ed intensità. L’attivazione con la luce provoca una pronta liberazione di speci di Ossigeno. Si ottiene così la sterilzzazione immediata del follicolo e quindi, nei giorni seguenti, la scomparsa dell'infiammazione. La Terapia Fotodinamica è molto efficiente nello spegnere l’infiammazione e non utilizzando farmaci è innocua e può essere eseguita senza limiti, associata a Peelings e trattamenti domiciliari.

MEDICINA ESTETICA

TRATTAMENTI

PER SAPERNE DI PIU'

..

PER SAPERNE DI PIU'