.

 HOMECURRICULUMDOVE LAVOROCONTATTIPRENOTA ON LINE


Dott.ssa Viviana Paris - Cell: 347-8783614 - Ordine dei Medici di Bologna n°14915
Studio Medico Paris  -  Via Savigno, 3  -  CAP 40139 -  Bologna,   Emilia Romagna

Combattiamo il Melasma

 

Quando la nostra pelle viene esposta ai raggi solari, alcune cellule della nostra pelle, i “melanociti”, cominciano a produrre un pigmento scuro, detto “Melanina”, che accumulandosi nei cheratinociti dell’epidermide, ci regala la cosiddetta “abbronzatura”. La Melanina ha il compito di proteggere la nostra pelle dai raggi solari (soprattutto quelli UltraVioletti), che altrimenti potrebbero provocare danni al DNA cellulare, rendendosi così responsabili dell’insorgenza di vari tipi di danno cutaneo, che va dalla semplice scottatura al tumore della pelle, il melanoma. Terminata l’esposizione al sole, la pelle torna gradualmente al colore di partenza perché, in assenza di stimolo solare, i Melanociti smettono di produrre Melanina e quella già prodotta viene lentamente degradata ed eliminata. In alcuni casi tuttavia questo processo non si verifica e così la melanina si accumula sul viso dando origine a “macchie scure”, generalmente simmetriche, definite col termine “Melasma" (o Cloasma). Cosa realmente provochi il Melasma non è ancora noto. Probabilmente ha un ruolo in tutto questo una predisposizione genetica ed alcuni fattori scatenanti come la gravidanza, la  pillola anticoncezionale, lo stress, l’esposizione al sole e la reazione fototossica a profumi o cosmetici. In alcuni casi, l’eliminazione del fattore scatenante fa si che il Melasma scompaia spontaneamente: va comunque detto che però tale inestetismo può comparire anche in assenza dei suddetti fattori scatenanti.

TERAPIA DEL MELASMA

Sebbene la patogenesi del Melasma non sia ancora stata chiarita, numerose sono le metodiche utilizzabili per il suo trattamento.

Peelings: sono da evitare acidi forti come il TCA e gli acidi Salicilico, Glicolico e Piruvico ad alte concentrazioni. Tali sostanze, una volta applicate sulla pelle, provocano il rinnovamento dell’epidermide ma non riescono a raggiungere il pigmento depositato nel derma. Inoltre l’infiammazione conseguente ad un Peeling medio-profondo potrebbe talvolta peggiorare il Melasma stesso. Meglio quindi utilizzare peelings superficiali, a basse concentrazioni di principi attivi, più volte nel tempo.

Laser: alcuni studi clinici hanno documentato l’efficacia nel trattamento del Melasma sia attraverso l’utilizzo del Laser CO2 sia del Laser Q-switched. Anche in questo caso, le energie erogate devono essere molto basse per limitare al massimo l’infiammazione e l’efficacia del trattamento si manifesta solo dopo molte sedute. Non ci sono in letteratura molti dati sull’utilizzo della Luce Pulsata, che comunque, utilizzata da sola, non pare dia risultati risolutivi, nemmeno nel lungo periodo.

Terapia domiciliare: è indispensabile associare ai trattamenti ambulatoriali l’utilizzo di creme specifiche a base di acido glicolico, salicilico e trans-retinoico. Tali creme, applicate quotidianamente, favoriscono una lenta ma costante esfoliazione cutanea, contribuendo attivamente all’eliminazione degli accumuli cutanei di Melanina nel tempo. Nell'ambito della terapia domiciliare andrebbero considerate anche le creme ad azione schiarente che contengono principi attivi che inibiscono la produzione di Melanina da parte dei melanociti. L’Idrochinone e l’Acido Kojico ne sono due esempi. Nel Melasma, tuttavia, la melanina è già depositata sia nell’epidermide sia nel derma e quindi inibire i melanociti non modifica sostanzialmente il Melasma e talvolta si corre il rischio che si formino chiazze bianche a tipo vitiligine.

MEDICINA ESTETICA

TRATTAMENTI

PER SAPERNE DI PIU'

..

PER SAPERNE DI PIU'